LXX Anniversario Vespa Club d’Italia – Verona 31 Agosto

LXX ANNIVERSARIO
VESPA CLUB D’ITALIA
COMUNICAZIONE 1
Per l’anniversario dei settant’anni dell’Associazione, il Vespa Club d’Italia celebrerà l’ambizioso traguardo
attraverso più manifestazioni, demandando al Consigliere nazionale Luigi Frisinghelli, il coordinamento di
tre eventi sorretti da un connotato prettamente storico.
Detti eventi sono stati scelti dal Consiglio focalizzando l’attenzione su tre diverse località volutamente
distanti tra loro con l’intento di rappresentare simbolicamente l’unione di un’Italia della Vespa. La scelta ha
investito la Campania puntando su Sorrento, dove l’evento avrà luogo nei giorni 14-16 giugno 2019; le
Marche con epicentro a Pollenza, dove l’evento avrà luogo nei giorni 19-21 luglio ed il Veneto, con base a
Verona il 31 agosto : tre regioni del Sud, Centro e Nord Italia, particolarmente rappresentative e degne di
attenzione per diversi motivi. La Campania è stata scelta non solo perchè in detta regione trovano posto
la splendida costiera Sorrentina e l’isola di Capri interessate dall’evento, ma anche per una forma di tributo
alla città di Napoli teatro delle prime affermazione sportive della Piaggio, fin dal lontano 20 aprile 1947.
La regione Marche è stata scelta perchè a Pollenza, piccolo paese della provincia di Macerata, da ormai
trent’anni, trova sede il Museo della storia del Vespa Club d’Italia più completo a livello mondiale. Il Veneto
è stato scelto puntando sulla romantica città di Verona, sapendo di poter confidare sull’eterno Club
presente in città non nuovo nell’organizzazione di eventi fortemente ispirati al passato e anche per onorare
quella tenacia che ha distinto alcuni Club (come quello di Verona appunto), che scelsero di rimanere attivi
anche quando la Casa, negli anni ’70 ridusse il suo sostegno al Vespa Club d’italia.
Le tre manifestazioni di Sorrento, Pollenza e Verona, incentrate sia per coreografia che veicoli a connotato
storico, saranno coordinate da un comitato indetto per l’occasione dal Registro Storico Vespa, che godrà
del contributo anche di figure esterne; ciò nonostante Luigi Frisinghelli, che rappresenta al contempo
anche la Presidenza del Registro Storico Vespa, nel pieno rispetto dell’ identità e del patrimonio storico del
Vespa Club d’Italia sceglie di non apporre sui principali supporti degli eventi costituiti dal Manifesto, dai
Premi e dalle Targhette il logo dell’ R. S. V, affinché a prevalere sia il solo simbolo dell’Associazione
celebrata.

Presto tutte le info e dettagli